Lo studio della postura, delle disfunzioni funzionali, degli squilibri muscolari e articolari, rappresenta da tempo l’impegno principale di chi si occupa di benessere e di riabilitazione adattata non solo alla terapia, ma anche alla prevenzione delle patologie dell’apparato muscolo scheletrico.

Questo concetto evidentemente “globale”, ha portato l’attenzione verso un modo nuovo di concepire anche lo studio della nostra postura.

L’essere umano è un sistema dinamico, anzi “orto dinamico”, costantemente influenzato da fattori esterni ed interni che grazie all’elaborazione del SNC trovano sempre la condizione migliore per riorganizzare il corpo in equilibrio, confort e risparmio di energia.

L’evoluzione della specie, le abitudini professionali, gli squilibri alimentari, la sedentarietà, l’ipotono, l’ipocinesia ecc. stanno modificando gli adattamenti delle fibre muscolari (muscoli antigravitari che perdono fibre deputate alla forza e muscoli dinamici che tendono ad accorciarsi).

Le tensioni della muscolatura posteriore determinano, a livello della colonna vertebrale, l’esagerazione delle curve sagittali e le rotazioni vertebrali (da cui anche le scoliosi),

Non solo biomeccanica antigravitaria ma semplicemente la dinamica funzionale ci porta a sbilanciare il baricentro verso l’avanti creando tensioni alla catena cinetica posteriore e di conseguenza al compenso adattativo delle catene crociate e di quelle miofasciali.

In questa direzione il classico allungamento muscolare e\o la ginnastica correttiva, tendono a ristabilire un equilibrio della catena posteriore costantemente in tensione ma senza dare al soggetto o all’operatore alcuna informazione sulle reali condizioni posturali.

Per rispondere a questa esigenza, presso i nostri ambulatori, utilizziamo moderni sistemi di valutazione e riabilitazione computerizzati, che rilevano e quantificano in modo fedele l’assetto posturale aiutando il paziente a ritrovare il proprio “Equilibrio”.

I nostri sistemi riabilitativi-valutativi di nuova concezione offrono un approccio riabilitativo di tipo “Globale” in grado di valutare e controllare più parametri motori contemporaneamente, evidenziandone compensi o alterazioni proprio nella loro interazione.

Siamo in grado di:

• Quantificare funzioni motorie consolidate e riconosciute in ambito clinico.

• Quantificare, valutare l’atto motorio tramite una rete di sensori interfacciati ad un elaboratore elettronico.

A nostro parere il futuro della riabilitazione motoria è proprio nella quantificazione dei parametri sensomotori.

Solo attraverso la valutazione è possibile programmare un corretto percorso riabilitativo, specifico per ogni paziente.

In tal modo, verifiche periodiche di confronto, potranno oggettivare i risultati del trattamento riabilitativo.

É necessario che il paziente migliori la sua condizione funzionale in modo completo ed organico (a titolo d’esempio non è corretto un recupero del solo tono muscolare o articolare senza la componente propriocettiva).

Fornire sempre al paziente efficaci biofeedback durante l’intervento riabilitativo per potenziare il processo di auto-apprendimento, fondamentale per accelerare e migliorare i processi di recupero, ripristinare funzioni motorie il più vicino possibile al gesto motorio naturale, correggere vizi posturali.

I nostri sistemi di riabilitazione computerizzata possono essere utilizzati in diversi ambiti:

– Riabilitazione Post-Traumatica (fratture, lussazioni, distorsioni, protesi di anca, protesi di ginocchio, ecc)

– Riabilitazione motoria e neuromotoria (scoliosi, cifosi, lombalgie, emiplegie,  ecc)

– Riabilitazione in età geriatrica.

– Prevenzione in ambito sportivo.

– Valutazione stabilometrica (ad esempio come ausilio alle attività odontoiatriche).

– Valutazione proprìocettiva.