Quando si pratica sport, occorre integrare l’attività fisica, non solo con uno stile di vita corretto che possa basarsi su principi salutari, ma anche su una corretta alimentazione.

Con la dieta dovremmo introdurre tutti gli elementi nutritivi in grado di sostentare al massimo il nostro organismo, al fine di poterne sfruttare al meglio le capacità e le prestazioni.
Ecco quindi che alimentarsi in maniera corretta risulta fondamentale, poiché se non si introduce l’energia necessaria sarà molto difficile ottenere dei buoni risultati durante l’allenamento fisico.

Le sostanze che servono al nostro corpo

Il nostro corpo ha bisogno di ogni tipo di sostanza nutritiva al fine di funzionare al meglio.
E’ bene assumere contemporaneamente vitamine, fibre, minerali, calorie, proteine, carboidrati e acqua, che può essere contenuta sia nei cibi che nelle bevande.
La maggior parte delle calorie introdotte deve provenire dai carboidrati, seguiti dei grassi e dalle proteine.
In seguito all’allenamento muscolare, si va a velocizzare e ad aumentare il ritmo del metabolismo, che così tenderà a bruciare sempre più calorie per poter godere di più energia.

I carboidrati sono gli alimenti posti alla base dell’alimentazione umana, in quanto rappresentano gli zuccheri che risultano essere indispensabili alla produzione dell’energia. Essi si trovano negli alimenti vegetali come legumi, tuberi, frutta e verdura, ma anche in altri alimenti come ad esempio il pane, la pasta, il riso, il mais, il latte, il miele e nei dolciumi.

Bisogna poi fare una distinzione importante tra gli zuccheri semplici, che impiegano meno tempo per essere scomposti in molecole più semplici e quindi sono digeribili più facilmente, e gli zuccheri complessi che invece tendono a far produrre più insulina all’organismo e possono comportare l’insorgenza precoce della sensazione di fame andando ad abbassare l’indice glicemico presente nel sangue.
I grassi invece, possono essere intesi come delle sostanze che possono essere di ottima qualità come nel caso dell’ olio extravergine di oliva, o di qualità inferiore come per esempio l’olio di semi, e possono agire in maniera benigna se apportano vitamine liposolubili, e in maniera maligna se possono comportare l’insorgenza di placche all’interno delle arterie o un aumento del peso corporeo.

Le proteine infine, esistono sotto forma di svariati tipi e sono composte da aminoacidi che, a seconda di come si dispongono, creano una proteina di tipo diverso.
Alcuni di questi aminoacidi sono veramente importanti e sono definiti come essenziali, in quanto l’organismo può introdurli solamente tramite l’alimentazione. Le proteine possono essere introdotte con il latte, il pesce, le uova, legumi, cereali e la carne, ma non bisogna esagerare in quanto un’alta dose di proteine potrebbe comportare un lavoro troppo pesante per i reni, che in seguito ad un sovraccarico funzionerebbero meno con il passare degli anni.

L’alimentazione ideale per chi pratica sport

Non è possibile delineare con un’unica dieta che possa soddisfare le esigenze di tutti coloro che praticano sport, in quanto non basta valutare la qualità degli alimenti, ma bisogna considerare anche altri parametri come ad esempio il il sesso dell’atleta, l’età è il tipo di attività fisica che è solito praticare.

Come primo elemento bisogna valutare il fabbisogno calorico dell’atleta, in quanto in base alla persona si potrebbe avere un dispendio energetico più alto o più basso in relazione allo stile di vita che esso tende a svolgere.

L’ alimentazione corretta può portare una serie di benefici quali il raggiungimento di una forma fisica ideale, la prevenzione dell’affaticamento in seguito a sport intensi, una maggior velocità di recupero dopo allenamenti molto impegnativi, il miglioramento delle performance a livello fisico e la capacità di mantenere queste caratteristiche il più a lungo possibile nel tempo.

È proprio per questo motivo che la maggior parte degli sportivi si affida a specialisti, in modo da poter integrare al meglio l’alimentazione con il loro stile di vita, e poter vedere realizzati i risultati per cui si impegnano tanto ogni giorno.

L’importanza dell’idratazione

Nella dieta di un buon sportivo non deve assolutamente mancare l’ idratazione, poiché in seguito alle attività fisica si perdono molti liquidi e sali minerali, e quindi essi andranno reintrodotti in modo da non far mancare all’organismo nessun elemento fondamentale alla vita.

Allo stesso modo, attraverso l’attività sportiva, viene prodotto calore e quindi bisogna mantenere la temperatura a un livello costante al fine di non danneggiare l’omeostasi interna in seguito al rilascio del calore.

Bisogna consumare molta acqua poiché oltre ad avere degli effetti negativi sulle proprie prestazioni, potrebbero verificarsi più crampi e più infortuni in seguito alla disidratazione.
Altre problematiche connesse alla mancanza di assunzione di liquidi sono l’aumento delle pulsazioni cardiache, la comparsa della nausea e di crampi, una sudorazione ridotta, una sensazione di freddo costante e la produzione di urine scure.

Come adottare un corretto stile alimentare

Come prima cosa bisogna ricordarsi di fare colazione, in quanto questa costituisce il pasto più importante della giornata in seguito al digiuno della notte, dove appunto bisogna rinnovare le scorte.
Bisogna poi ricorrere a degli spuntini a metà mattinata a metà pomeriggio, in modo da tenere sotto controllo la glicemia.

Non bisogna mai saltare i pasti, in quanto contrariamente a quanto si pensa, ciò è più dannoso che proficuo e bisogna fare attenzione alle dosi con le quali vengono assunti gli alimenti, poiché sia la quantità che la qualità sono delle caratteristiche indiscutibili al fine di godere di un’ ottima alimentazione