Spesso si tende a far confusione rispetto ad alcune figure professionali del settore medico molto importanti come il fisioterapista, il massofisioterapista e l’osteopata, pensando quasi a termini che indicano le medesime competenze. In realtà, devi sapere che ci sono delle differenze molto marcate sia per quanto concerne l’ambito in cui operano e sia per quanto riguarda l’inquadramento.

Facciamo dunque chiarezza sul ruolo e le competenze dell’osteopata, del fisioterapista e del massofisioterapista.

Chi è cosa e fa il fisioterapista

Il fisioterapista è un operatore sanitario che si occupa non solo della fase di riabilitazione di un paziente ma anche e soprattutto della fase di prevenzione e di cura. Il primo tratto caratteristico di questa figura professionale riguarda l’ambito in cui opera e in particolar modo si occupa di motricità, di funzioni corticali superiori e delle viscere.

Per poter arrivare a questo genere di competenza il fisioterapista deve frequentare un apposito corso di diploma di laurea che è anche abilitante ossia non sarà necessario alcun genere di abilitazione attraverso esami. Il fisioterapista può operare da solo presso il proprio studio oppure all’interno di una equipe per affrontare al meglio un percorso terapeutico complesso.

Grazie al supporto di un fisioterapista è possibile superare con soddisfazione tante situazioni di dolore, problematiche di motricità e anche per patologie neurologiche. Infatti, ponendo l’attenzione soprattutto sulla fase di riabilitazione, essa può essere di diverso genere come nel caso di quella neurologica.

Nello specifico la riabilitazione fisioterapica permette di ottenere ottimi risultati nel trattare alcune patologie neurologiche piuttosto diffuse come il Parkinson, l’Alzheimer, le malattie neuro-degenerative, i traumi cranici, le lesioni del midollo oppure la sclerosi multipla. L’approccio può essere differente attraverso una riabilitazione respiratoria oppure cardiologica.

Inoltre il fisioterapista può essere molto utile per consentire al paziente di lenire il dolore dovuto ad esempio ad un mal di schiena oppure può essere di supporto per migliorare alcune alterazioni della postura che purtroppo sono causa di un atteggiamento non ottimale nella vita quotidiana.

Chi è il massofisioterapista

Il massofisioterapista è un professionista del settore medico che utilizza al meglio alcune tecniche come il massaggio terapeutico e la manipolazione manuale per ottenere risultati importanti per quanto concerne la cura di diverse patologie che possono colpire diverse zone dell’apparato muscolo scheletrico. Si dimostra particolarmente utile soprattutto quando ci sono traumi causati da un’attività sportiva oppure da situazioni della quotidianità.

In particolare, il massofisioterapista dispone delle competenze e delle tecniche necessarie per poter curare al meglio una contrattura, uno stiramento, gli strappi muscolari, la scoliosi, l’ernia del disco oppure una semplice distorsione. Dunque rispetto al fisioterapista il massofisioterapista ha un proprio ambito ben definito all’interno del quale opera non solo per la cura ma anche per la prevenzione. Un aspetto molto importante da tenere a mente, è che il massofisioterapista effettua i propri interventi soltanto dietro prescrizione medica.

Molto spesso si trova a collaborare in una equipe per dare supporto a quanti praticano sport anche a livello professionistico aiutando nel ridurre i tempi di recupero da un infortunio o comunque consentire al corpo nel ritrovare il necessario benessere fisico.

Questi obiettivi vengono raggiunti con l’utilizzo di alcune tecniche terapeutiche come la rieducazione posturale e motoria, la ginnastica correttiva e la manipolazione della colonna vertebrale. Stimolando opportunamente alcune parti del corpo, il massofisioterapista permette all’organismo di superare una situazione di forte disagio e quindi ritrova la necessaria capacità motoria. Per poter operare nelle vesti di massofisioterapista è necessario seguire con profitto degli appositi corsi specialisti professionisti ovviamente riconosciuti dalla legge italiana.

Tra le tante altre tipologie di tecniche del massofisioterapista utilizzate per la cura e la prevenzione oppure per il recupero da un infortunio, ci sono anche la tecar terapia, la crioterapia, la magnetoterapia ed elettrostimolazione.

Chi è e cosa l’osteopata

La figura dell’osteopata a differenza delle due precedenti in Italia non è ancora opportunamente regolamentata come invece è già avvenuto in altri paesi che compongono l’Unione Europea.

Infatti, per arrivare ad ottenere questo titolo professionale è necessario un percorso formativo della durata di 6 anni durante i quali vengono approfondite materie basilari delle scienze mediche. Il corso non è universitario ma privato.

In buona sostanza l’osteopata è un professionista nel settore sanitario che mette a disposizione la propria competenza e la propria professionalità per riuscire a centrare un importante obiettivo per il paziente ossia quello di raggiungere e mantenere nel tempo l’equilibrio del sistema osteoarticolare, di quello nervoso e di quello circolatorio.

L’osteopata visita il proprio paziente utilizzando la palpazione fisica nelle varie zone del corpo sofferenti per riuscire ad ottenere delle informazioni riguardanti la situazione specifica. Infine, si occupa della cura della terapia per disturbi riguardanti l’apparato muscolo-scheletrico come l’artrite, l’artrosi e tanto altro.